Il globo Luigi Pirandello

Il globo

Ecco il globo: una palla di cartone,
che gira attorno a un asse interno. Gira.
Tracciato di color varii, si mira
il confin proprio d’ogni nazione.

Questo, l’Oceano Atlantico; ed è mare
quanto azzurro si vede. Questa soma
di grinze qui, montagne: le Alpi. Roma
è questo punto che pare e non pare.

Chi lo direbbe a prima giunta? Eppure
vi son uomini grandi, anzi immortali,
in questo baloccuccio; grandi mali
e grandi beni e grandi affetti e cure.

Io però me lo tengo tra le mani,
e lo faccio girare con un dito.
Stupido giuoco! Lo facciam finito?
reparo il finimondo per dimani.

Luigi Pirandello Da La Riviera Ligure, Agosto 1905, N. 73. Già pubblicata nella Nazione Letteraria, giugno 1893, col titolo Globo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.