Caro Figlio

di Maurizio Rossetto – Torino

Dopo miliardi di anni ti ho fatto nascere per darti occasione di partecipazione e condivisione delle mie bellezze.

Prima del tuo arrivo il cosmo si è espanso ed è cresciuto in modo armonioso.

Il tuo arrivo sulla terra (componente insignificante del Cosmo) ha nei secoli creato principalmente distruzioni naturali in quanto, erroneamente, ritenevi che la terra fosse uomanocentrica ed interpretavi la natura come l’insieme dei mezzi necessari per il soddisfacimento dei suoi bisogni: primari inizialmente e poi progressivamente secondari.

Nonostante il fatto che tu ti ritenga il più intelligente degli animali non capisci che il tuo comportamento porterà non alla distruzione del sistema naturale, il quale è esistito per miliardi di anni prima di te e certamente ti sopravviverà trasformandosi secondo il suo principio costituente di moto perpetuo, bensì alla tua eliminazione.

Tra l’altro ti ricordo che sei l’unico elemento non necessario per l’ecosistema.

Ergo, caro figlio, ascolta la tua Mater generatrice che ti ama: cresci, diventa umile ed impara ad ascoltarmi, adattandoti alle leggi del sistema e smettila di stuzzicarle per tentare d inutilmente di asservirle alle concetti (banali) di profitto che nei secoli hai sviluppato ..

Non fare l’errore del cancro il quale tentando di prevaricare con i suoi atteggiamenti nel sistema corpo alla fine elimina sé stesso.

Ascoltami

Ti voglio bene

Madre Natura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.